Tabella comparativa migliori prodotti

1
2
3
4
5
Prodotto
G3 Ferrari Pizza Express Delizia G10006 Forno p...
Spice - Forno Elettrico Ventilato Habanero - 23...
Moulinex OX4448 Optimo Forno Elettrico con Capa...
De'Longhi forno elettrico EO14902.W Sfornatutto...
De'Longhi forno elettrico EO2475 Sfornatutto MIDI
Immagine
G3 Ferrari Pizza Express Delizia G10006 Forno pizza, Rosso
Spice - Forno Elettrico Ventilato Habanero - 23 litri - 1380 watt - Doppio Vetro - 6 selezioni di cottura differenti inclusa cottura
Moulinex OX4448 Optimo Forno Elettrico con Capacità di 19 L, Potenza 1380 W
De'Longhi forno elettrico EO14902.W Sfornatutto, Nero, Rosso
De'Longhi forno elettrico EO2475 Sfornatutto MIDI
Voto Finale
9/10
8.8/10
8.6/10
8.4/10
8/10
Immagine
G3 Ferrari Pizza Express Delizia G10006 Forno pizza, Rosso
Prodotto
G3 Ferrari Pizza Express Delizia G10006 Forno pizza, Rosso
Voto Finale
9/10
Opinioni utenti
Prezzo consigliato
Immagine
Spice - Forno Elettrico Ventilato Habanero - 23 litri - 1380 watt - Doppio Vetro - 6 selezioni di cottura differenti inclusa cottura
Prodotto
Spice - Forno Elettrico Ventilato Habanero - 23 litri - 1380 watt - Doppio Vetro - 6 selezioni di...
Voto Finale
8.8/10
Opinioni utenti
Prezzo consigliato
Immagine
Moulinex OX4448 Optimo Forno Elettrico con Capacità di 19 L, Potenza 1380 W
Prodotto
Moulinex OX4448 Optimo Forno Elettrico con Capacità di 19 L, Potenza 1380 W
Voto Finale
8.6/10
Opinioni utenti
Prezzo consigliato
Immagine
De'Longhi forno elettrico EO14902.W Sfornatutto, Nero, Rosso
Prodotto
De'Longhi forno elettrico EO14902.W Sfornatutto, Nero, Rosso
Voto Finale
8.4/10
Opinioni utenti
Prezzo consigliato
Immagine
De'Longhi forno elettrico EO2475 Sfornatutto MIDI
Prodotto
De'Longhi forno elettrico EO2475 Sfornatutto MIDI
Voto Finale
8/10
Opinioni utenti
Prezzo consigliato

Migliori Modelli

I migliori modelli che abbiamo recensito per voi

Offerte del giorno

Sconti imperdibili e  offerte sui migliori prodotti che ogni giorno selezioniamo su Amazon

Ricerca Avanzata

Ricerca i prodotti per modello, marca, giudizio complessivo

Fornetti elettrici per pizza: migliori forni per pizza e pane, cuoci pizza, prezzi, recensioni, opinioni

Quando si ha la passione per la pizza e per i prodotti da forno, non c’è nulla di meglio dell’acquisto di un fornetto elettrico che ci permette di cucinare in casa propria pizza, pane e prodotti a base di rosticceria. Oramai è diventato quasi scontato avere un fornetto in casa. La funzionalità di questo strumento è infatti molto più ampia di quella appena descritta. Il fornetto elettrico è il classico strumento salva cena: grazie al meccanismo che ne regola la funzionalità, può scongelare velocemente, riscaldare e preparare cibi in men che non si dica. In questa sezione ci occuperemo di tutto ciò che riguarda il fornetto elettrico per eccellenza, quel tipo di prodotto nel quale possiamo preparare pane e pizza ed eventualmente altri tipi di cibi. Ci sono delle caratteristiche ben precise di cui tenere conto quando si sceglie il fornetto elettrico giusto.

Il vantaggio di acquistare un forno elettrico anziché un forno tradizionale ad incasso sta in diversi aspetti: innanzitutto il risparmio. Il fornetto elettrico costa molto meno del forno tradizionale pur scegliendo quello di tipo moderno e ventilato. Spesso si tende a pensare erroneamente che il fornetto elettrico ha una capacità di cottura superficiale che non ha nulla a che vedere con il forno vero e proprio. In realtà, oggi giorno i fornetti elettrici più moderni vantano di diverse prestazioni e si possono sfruttare per cucinare diverse pietanze. Il fornetto elettrico ha un wattaggio inferiore che si traduce in risparmio sulla bolletta; ha una dimensione che si adatta più facilmente alle cucine più piccole e cosa più importante, può essere portato con sé in vacanza.

Potenza

Scegliere un fornetto prestante significa optare per un prodotto che combini al meglio due caratteristiche proprie: il Wattaggio e la temperatura che è in grado di raggiungere. Questi due elementi combinati, infatti, sortiscono l’effetto migliore quanto maggiore è il valore degli elementi. Ovviamente un wattaggio elevato si tradurrebbe in un consumo energetico dispendioso; tuttavia esistono fornetti elettrici in grado di assicurare un’ottima prestazione e wattaggi medi.  I fornetti moderni hanno un wattaggio compreso tra i 600 W e i 2300 W. Per cuocere pane e pizza abbiamo sicuramente bisogno di optare per un prodotto che abbia un wattaggio intermedio.

Il rischio collegato alla scelta di un fornetto a basso wattaggio, è quello di predisporre di uno strumento inefficace, che lascerebbe crudi gli alimenti e soprattutto mal lievitati. L’altro svantaggio, da non sottovalutare è quello del tempo: cercando di risparmiare acquistando un fornetto a basso consumo energetico, potremmo dover impiegare maggiore tempo per la cottura della pizza o del pane. Questo si concretizzerebbe in un maggiore dispendio energetico e il nostro tentativo di risparmio sarebbe nullo. L’opzione migliore sta dunque nella scelta di un fornetto che si collochi  a metà nella lista.

Una cosa che non tutti sanno è che il consumo energetico dei fornetti elettrici non ha un andamento costante: inizialmente il fornetto consuma più energia per arrivare alla temperatura desiderata e dunque ha un dispendio energetico e quindi monetario nettamente maggiore rispetto ai minuti successivi all’arrivo della temperatura.

Temperatura del forno elettrico

In commercio esistono diverse tipologie di fornetto elettrico. Generalmente questi presentano un termostato che segna un minimo di temperatura di 80 °C ed un massimo di 230 °C. Tuttavia non mancano modelli la cui temperatura base parte dai 120 °C. Per scegliere correttamente il modello che fa al caso proprio occorre considerare l’utilizzo che si intende fare del fornetto elettrico. Per cucinare prodotti da forno, come pizza e pane generalmente abbiamo bisogno di sfruttare temperature alte, di un minimo di 180 °C. Per questo motivo possiamo escludere tutti i modelli di fornetto elettrico che partono da un minimo di 80 °C e optare direttamente per quelli che partono da un minimo di 100-120 °C. Acquistando tipologie a noi non congeniali potremmo avere un dispendio energetico inutile dal momento in cui i fornetti elettrici hanno bisogno di tempo e quindi di un maggiore dispendio energetico per giungere alla temperatura desiderata. Utilizzando il fornetto adatto alla cottura di pane e pizza faremmo sì che la temperatura giunga alla posizione desiderata in un lasso di tempo brevissimo.

Materiale di cui è costituito il fornetto elettrico

I materiali di cui è costituito il fornetto elettrico è un elemento importantissimo dal momento in cui in base a questi, avremo una determinata prestazione del prodotto. La capacità di raggiungere la temperatura desiderata in un tempo breve e soprattutto la capacità di mantenere la temperatura raggiunta per un tempo sufficientemente lungo, dipendono dal tipo di materiale impiegato per la realizzazione del prodotto.

I fornetti che presentano un vetro doppio hanno una maggiore capacità termoisolante. Questo significa che la dispersione del calore è minima, se non nulla. L’utilizzo di leghe di qualità influenzano tantissimo non solo l’aspetto del prodotto ma anche l’efficienza e la capacità di non disperdere energia inutilmente. Il doppio vetro consente inoltre di raggiungere la temperatura in un tempo più breve rispetto ai fornetti realizzati con un vetro sottile. Leghe di scarsa qualità hanno effetti negativi anche sulla salute poiché rilasciano nelle pietanze delle sostanze altamente nocive. Per questo è importante scegliere sempre strumenti a marchio CE.

Dimensione

Le dimensioni del fornetto sono parte delle caratteristiche da tenere sotto osservazione prima di procedere alla scelta. In base allo spazio a disposizione a casa e nella cucina, dobbiamo optare per dei fornetti più o meno piccoli. Prima di procedere alla scelta, occorre preventivamente prendere qualche misura e regolarci anche in base a dove si trova la presa di corrente. Queste operazioni preventive, ci risparmieranno tempo e amare sorprese dopo l’acquisto.

Ci sono essenzialmente due tipologie di fornetto per la pizza: uno è il classico fornetto di forma rettangolare standard a due o più ripiani dove poter inserire la pizza, il pane le brioches ed altri prodotti di rosticceria. L’altro tipo di fornetto è un modello studiato esclusivamente per cuocere la pizza. Esso è di forma circolare ed è realizzato in pietra.

Prima di procedere alla scelta tra i due tipi, è necessario chiedersi qual è l’utilizzo principale per cui intendiamo prendere un fornetto elettrico? Se ciò che desideriamo è cuocere diverse pietanze, la scelta più consona ricadrà sul classico fornetto rettangolare, le cui dimensioni possono variare da piccoli a grandi con diverse altri misure intermedie. In base alla dimensione avremmo una determinata capienza che sarà espressa in litri. Nei paragrafi successivi sarà spiegato anche questa caratteristica e il modo in cui è meglio valutare la capienza in base al numero di persone che ci sono in casa.

Capienza

La capienza di un fornetto elettrico è importante da conoscere per stabilire se questa sia idonea o meno alla cottura di una quantità di pietanze sufficiente al numero di persone presenti in casa. Stabilito che la dimensione dev’essere accuratamente valutata in base allo spazio, la capienza interna è fondamentale affinché non si debbano cuocere i cibi un pò per volta. Nel caso del pane e della pizza, è bene che si faccia riferimento a prodotti di capienza relativamente medio-alta. I fornetti considerati piccoli hanno una capienza di circa 9 l, mentre i modelli intermedi, che sono quelli più gettonati e venduti hanno una capienza di circa 35 l. Esistono anche modelli che arrivano ad una capienza di 50 l.

Quest’ultima opzione è la meno richiesta in quanto si avvicina molto alla capienza del forno da cucina tradizionale che corrisponde a circa 60 l. Chi cerca un fornetto elettrico per riscaldare la pizza o il pane, ha bisogno di un prodotto che si collochi a metà tra le due proposte; dal momento in cui è molto probabile che il forno da incasso, normalmente integrato nelle cucine, sia già presente.

E’ interessante scoprire il rapporto che esiste tra capienza e numero di persone per le quali il forno è in grado di cucinare. Un fornetto la cui capienza è di 9 l, come accennato in precedenza, può cucinare per circa una o due persone. Questi modelli non sono tutti uguali e la capienza può variare da 9 a 15 l. Tuttavia, andando oltre le due persone questa categoria è da considerarsi non più sufficiente. In seconda battuta troviamo fornetti elettrici dalla capienza di 15-20 l. Questo valore si adatta ad un numero di persone corrispondente a tre. A partire dai 25 fino ad arrivare ai 30 l, possiamo considerare il prodotto adatto alla cottura di pietanze per almeno 4 -5 persone. Infine dai 30 l in poi, i forni sono da considerarsi i più capienti, e tra i migliori per cucinare pane e pizza anche per 6-10 persone.

Naturalmente questi valori sono indicativi e possono variare in base alla natura del tipo di ciò che si sta cucinando. La pizza e il pane potrebbero avere diversi formati. In base a questi avremo una capienza variabile. Sta anche alla capacità di chi utilizza il forno a fare in modo che questo possa adattarsi efficacemente alle proprie esigenze.

Tipologie di cottura

In base alla qualità, alla marca e alle prestazioni del fornetto avremo diversi tipi di cottura. E’ fondamentale conoscere le tipologie di cottura poiché in base a queste avremo dei risultati più o meno soddisfacenti.

Grill: questa tipologia di cottura è quella considerata “classica” quando si parla di fornetti elettrici. Per grill si intende una cottura che sfrutta la potenza massima della parte superiore del fornetto in odo da rendere la superficie della nostra pizza o del pane più abbrustolita e croccante. Se il fornetto è anche ventilato è possibile rendere la cottura più omogenea e al contempo realizzare la patina croccante sulla parte superiore della nostra pietanza, che può essere pane, pizza ma anche carne e pasta al forno.

Cottura ventilata: l’attivazione di una ventola all’interno del fornetto consente di diffondere il calore in maniera più ampia e omogenea. Il risultato è quello di avere una pietanza cotta in maniera uguale in ogni sua parte. Avere a disposizione questa tipologia di cottura e attivarla al momento giusto, significa fare sì che il forno raggiunga la temperatura desiderata più velocemente e che le pietanze cuociano in tempi più brevi.

Cottura statica: si tratta della tipologia di cottura base, che fa parte di qualsiasi forno elettrico. Si tratta del semplice riscaldamento delle resistenze che riscaldano e cuociono le pietanze poste all’interno del vano. La cottura standard è poi avvalorata eventualmente da grill e ventola.

Tipo di cottura GrillTipo di cottura staticaTipo di cottura ventilata
Gratinatura e croccantezza sulla superficieCottura base degli alimenti tramite il riscaldamento standard delle resistenzeVentola diffonde l’aria in tutto il vano del fornetto

Funzioni

Assodato che un fornetto elettrico base con funzione standard corrisponde ad una fascia di prezzo medio-bassa, c’è da specificare che più un forno è completo di funzioni e tipologie di cottura, maggiore è la sua classificazione nella lista dei prodotti di categoria qualitativamente parlando medio-alta. Per avere un fornetto che sia in grado di cuocere in maniera semplice le pietanze, si può optare per i classici fornetti a cottura standard eventualmente completi di grill e opzione di ventilazione. In commercio queste tipologie di cottura sono oramai diventate comuni alla maggior parte dei fornetti e non fanno più parte di specifiche tipologie di fornetti.

Parallelamente alla cottura, troviamo diverse funzioni; alcune delle quali sono parte esclusiva di specifici modelli.

Girarrosto:  nei fornetti dotati dell’accessorio utile, è possibile attivare la funzione girarrosto. Nei fornetti dedicati a pane, pizza e brioches quest’opzione potrebbe non rivelarsi utile, a meno che non si vogliano realizzare spiedini di pizza e rosticceria. In ogni caso il movimento rotatorio può rivelarsi utile in diverse occasioni, e non è detto che il fornetto adatto alla pizza e al pane, domani non sia utile al pollo.

Funzione delicata: come nei forni tradizionali, questa opzione prevede di attivare esclusivamente la resistenza posta nella parte inferiore del fornetto elettrico. Si tratta dell’opzione ideale per attivare la lievitazione ed evitare che i cibi si cuociano troppo in superficie.

Scongelamento: l’opzione scongelamento è una delle comodità preferite da chi acquista un fornetto elettrico. Questa funzione consente di attivare la messa in circolazione di aria a temperatura ambiente e il conseguente scongelamento per effetto di questa. Il calore non viene utilizzato e il dispendio energetico quasi nullo. La funzione scongelamento è disponibile soltanto nei fornetti elettrici dotati di ventola e quindi di cottura ventilata.

Messa in caldo: si tratta di una resistenza attivata a bassissima temperatura che consente di mantenere calde le pietanze senza attivare una vera e propria cottura. Alcuni fornetti prevedono anche di impostare un timer e decidere per quanto tempo si desidera che la messa in caldo resti accesa.

Comandi integrati

Tutti quei piccoli dettagli che impreziosiscono un fornetto elettrico possono essere in realtà utilissimi ad azionare alcune funzioni oppure ad essere la spia di attivazione di alcuni comandi.

Timer: questo è solitamente segnalato da un suono. Tutti i fornetti possiedono una ghiera dove è possibile azionare il tempo e regolare in base alle proprie necessità e a quelle di cottura il tempo ideale. Tutti i timer partono da un minimo di zero e arrivano a 60 minuti. Nei fornetti elettrici tradizionali, il timer si attiva manualmente e si disattiva alla stessa maniera. In quei modelli di fascia medio alta, è possibile azionare manualmente il timer e non preoccuparsi di spegnere le resistenze al momento del segnale acustico. In questi modelli infatti le resistenze si spengono automaticamente.

Indicatore della temperatura: La maggior parte dei fornetti elettrici prevedono un segnale di tipo acustico che si attiva quando la temperatura selezionata è arrivata al punto desiderato. Questo segnale è però molto poco percettibile; tanto che alcuni progettisti hanno introdotto il segnale luminoso. Questo si accende soltanto quando la  resistenza è arrivata a temperatura selezionata. E’ importante non sottovalutare questa funzione poiché nella preparazione di alcune pietanze, è possibile abbassare la temperatura e moderare i tempi di cottura evitando sprechi di energia e soldi.

Luce nel vano interno del fornetto: questo dettaglio è importante poiché permette di tenere sotto controllo la cottura degli alimenti in base all’aspetto che assumono questi. E’ regola comunemente accettata infatti che durante il riscaldamento e la cottura dei cibi, lo sportello e i vetri non devono essere aperti. Il motivo di questa regola sta nel fatto che si rischia di bloccare il processo di lievitazione e di far disperdere il calore all’esterno del fornetto. La luce interna viene inserita proprio per consentire la visibilità e l’andamento della cottura.

TimerLuce internaSpia luminosa
segnala l’avvenuta cottura. E’ di tipo acustico e si può impostare manualmenteConsente il controllo della cottura senza bisogno di aprire lo sportello del fornettoSegnala che le resistenze sono giunte alla temperatura impostata

Prezzo

Il prezzo dei fornetti elettrici può variare molto. I fattori che incidono sulla differenza tra l’uno o l’altro modello risiedono nel tipo di materiale impiegato per la realizzazione del fornetto, le diverse tipologie di cottura, le eventuali funzioni integrate ed i possibili accessori integrati come leccarde e stampi di vario genere. La fascia di prezzo più generale è quella che parte da un minimo di 50 euro e arriva a 250-300 euro. La marca in questo discorso gioca un ruolo chiave: non è detto che un fornetto che presenta un prezzo contenuto rispetto ad un altro sia qualitativamente palando inferiore.

Anna Silvestrini

Migliori prodotti recensiti

6937 6744
Back to top
Fornetto Migliore